Loading...
Com’è nato Bigio Food Lovers2020-06-05T07:31:28+00:00

dove, neanche a dirlo, non mancano mai pasta, pane e il caffè a fine pranzo.

Papà Luciano, imprenditore nell’anima, sognatore per gioco ed architetto per davvero, all’improvviso azzarda: “E se aprissimo un piccolo pastificio artigianale?”.

Elia, il genero, entusiasmo e concretezza condensate in un solo uomo, non se lo fa ripetere due volte e dice: “Luciano, bella idea, ma potremmo abbinarci qualcosa, per sostenerlo…”. Da sempre il suo sogno nel cassetto è creare e gestire con le sue mani un’attività di ristorazione. E Luciano questo lo sa…

Le tre donne di casa, presenze silenziose ma efficaci termometri di nuove idee, guardano in faccia i due uomini, all’inizio un po’ titubanti si lasciano conquistare dalla luce che brilla nei loro occhi.

Marisol, la più piccola, meticolosa ed energica, che ha studiato design industriale può mettere a frutto le sue competenze in campo arredamento, luci e fornitori di materiali; Pilar, la più grande, organizzata e precisa, gestirà la parte di web e social marketing. Cinzia, la mamma, che è sempre stata la più lungimirante di tutti, coordina e gestisce da dietro le quinte, dedicandosi ad alcuni particolari dell’allestimento del locale, avendo il dono della manualità e sapendo parlare ad aghi e fogli di pannolenci.

Ricerche, previsioni e calcoli hanno portato dopo a due anni di intenso lavoro di famiglia alla realizzazione di un progetto che condensa in sé le fatiche e le gioie di una famiglia, che ha voluto dedicare tempo e attenzione ad un messaggio ben preciso: dare un servizio di qualità ed originale, familiare dove potersi sentire a proprio agio ma allo stesso tempo curato e senza lasciare nulla al caso.

Vorremmo trasmettervi le emozioni e le sensazioni che abbiamo vissuto cercando il luogo adatto per fare tutto ciò, la scelta dei singoli materiali inseriti, le materie prime, le riunioni fino a tarda notte.

Vorremmo trasmettere gioia ed entusiasmo ad ogni sorriso che incontreremo, ad ogni mano che stringeremo e ad ogni sguardo che incroceremo.

E poi un omaggio a te Bijou… niente in confronto a quello che hai fatto tu per noi.